TRENTO

TRANSIZIONE DIGITALE, ACCELERAZIONE SU SPID E SERVIZI ONLINE

today16 Febbraio 2021 30

Background
share close

Secondo quanto stabilito dal codice dell’amministrazione digitale (Cad), entro il 28 febbraio 2021 tutte le pubbliche amministrazioni devono attivarsi per definire un piano di digitalizzazione dei servizi, implementare l’accesso ai servizi tramite il Sistema Pubblico di Identità Digitale (Spid) o la Carta d’Identità Elettronica (Cie), essere presenti con almeno un servizio sull’AppIO ed attivare come modalità di pagamento principale il sistema PagoPA.

Per sostenere gli enti locali trentini nel processo di transizione digitale, Provincia autonoma di Trento e Dipartimento per la transizione digitale hanno sottoscritto un accordo che vede come attori coprotagonisti il Consorzio dei Comuni Trentini, i Comuni e Trentino Digitale.
Le scadenze fissate dal Cad prevedendo che entro il 28 febbraio tutti i Comuni aderiscano alle piattaforme nazionali Spid, Pago PA e AppIO e diano l’avvio ad almeno due servizi online, mentre entro fine anno almeno il 70 per cento dei pagamenti avvenga su PagoPA e almeno 10 servizi siano attivi su AppIO.

Il Comune di Trento ha attivato il catalogo dei servizi e lo sportello online, su cui sono già disponibili oltre 40 servizi, tutti accessibili con le credenziali Spid, che è possibile ottenere anche appoggiandosi agli uffici comunali.
Entro fine febbraio anche tutti gli altri servizi online, come ad esempio l’applicativo per la prenotazione di sale comunali e il portale per le segnalazioni SensorCivico, saranno accessibili con Spid. Le credenziali precedentemente usate per l’accesso verranno gradualmente disabilitate.

In particolare per quanto riguarda la Carta provinciale dei servizi (Cps, cioè la tessera sanitaria attivata) non sarà più possibile:

  • attivare la Cps (dal 28 febbraio)
  • usare la Cps con la security card, la tabella con i codici che è stata consegnata nel momento dell’abilitazione (dal 30 giugno)
  • utilizzare la Cps, nemmeno con il lettore Smart Card (dal 1 ottobre)

Per aiutare i cittadini ad ottenere in modo facile e veloce il proprio Spid, il Comune di Trento si è attivato direttamente. A fine gennaio erano in totale 1.713 i rilasci di Spid effettuati presso gli sportelli del Comune, che ora sono stati implementati e potenziati.

Oltre che presso gli uffici Urp e anagrafe, dal 15 febbraio è possibile infatti attivare Spid anche nelle Circoscrizioni (in orario di apertura) e presso il servizio Innovazione in via Maccani (nelle giornate di mercoledì, giovedì e venerdì dalle 8.30 alle 12)

Tutte le istruzioni per la registrazione online da fare in autonomia a casa e per prenotare l’appuntamento per l’attivazione dell’identità digitale sono disponibili sul sito del Comune.

Il servizio Innovazione è a disposizione dei cittadini per fornire ulteriori informazioni e chiarimenti, basta scrivere a trento.smart@comune.trento.it

Di: Redazione

Rate it

Articolo precedente

TRENTO

A TRENTO E’ ARRIVATO BLACK SHEEP

Dopo Escape Room e Pannoliamo, ha aperto i battenti anche l'ultima delle tre proposte vincitrici del bando Mestieri & Cultura. Gli spazi vuoti che si sono trasformati in spazi produttivi grazie al bando promosso dal Comune di Trento e da Itea Spa sono questa volta in via Belenzani 52 e 56 e sono stati assegnati in comodato gratuito per tre anni, prorogabili per ulteriori due, al progetto "Un fiore all’occhiello" […]

today16 Febbraio 2021 25


INFO

© 2021 – Radio Viva S.r.l.
P.IVA 01592360984
Licenza SIAE n. 0809136
Licenza SCF N1000/18
Licenza LEA RL_2020_23

CONTATTI

0%